L'INFRASTRUTTURA VERDE DEL PARCO DEL PO TORINESE

Il piano strategico

Rete delle infrastrutture e degli insediamenti urbani

Il problema e l'obiettivo. In questa rete ricadono tutti quegli usi del suolo che non sono riconducibili all'attività agricola e ricreativa presente nell'infrastruttura verde. La rete delle infrastrutture e degli insediamenti urbani è il principale fattore di pressione ambientale sull'infrastruttura verde. L'obiettivo che il progetto dell'infrastruttura verde si pone è di individuare e di mettere in atto gli interventi di bonifica, mitigazione e compensazione necessari per migliorare lo stato di qualità ambientale del territorio in esame, tenendo conto dei diversi contesti territoriali in cui l'infrastruttura verde è inserita: quello urbano, quello periurbano e quello extraurbano.

I punti di forza e di debolezza. Le pressioni ambientali variano sensibilmente lungo il corso del Po. Vi sono attività ad alto impatto ma a termine, come le cave e le discariche, le quali, alla loro cessazione, devono lasciare un territorio non solo bonificato ma anche apportatore di valenze positive per il rafforzamento dell'infrastruttura verde. Ve ne sono altre che, invece, sono permanenti, come le autostrade, le centrali elettriche e gli impianti dell'approvvigionamento idropotabile e della depurazione delle acque reflue. Queste attività, in varia misura impattanti, dovrebbero non solo essere dotate delle necessarie misure di mitigazione per la minimizzazione degli impatti, ma dovrebbero anche fornire un flusso di risorse da destinare alla compensazione ambientale, che deve essere rivolta alla realizzazione e alla manutenzione dell'infrastruttura verde. La compensazione ambientale dovrebbe diventare una delle fonti permanenti delle risorse finanziarie necessarie per il mantenimento dell'infrastruttura verde. Vi sono poi impianti e attività a rischio ambientale per i quali occorre valutare la possibilità di una delocalizzazione in aree più idonee.

Linee d'azione. La presenza della rete delle infrastrutture e degli insediamenti urbani si traduce in un piano degli interventi di bonifica, mitigazione e compensazione ambientale necessari per far sì che questa rete risulti ambientalmente compatibile con l'infrastruttura verde. Quindi essa comporta la messa in campo delle seguenti linee d'azione.

Piano degli interventi di bonifica, mitigazione e compensazione ambientale (quadro di riferimento programmatico: Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Torino, Piano Paesaggistico Regionale, Masterplan del Po, Corona Verde).

  1. Riesame degli standard ammissibili per le bonifiche, le mitigazioni e le compensazioni ambientali, anche attraverso il trasferimento di best practices.
  2. Formazione di un piano organico complessivo con relativa valutazione degli effetti ambientali.
  3. Attuazione di convenzioni e partenariati con i soggetti interessati per l'applicazione degli standard ammissibili, soprattutto per quanto attiene alle compensazioni ambientali.
  4. Monitoraggio dell'efficacia del piano.