DATABASE

POTSDAMER PLATZ
Berlino (2000)


SCHEDA Descrittiva
SCHEDA DESCRITTIVA

Paese GERMANIA
Denominazione POTSDAMER PLATZ
http://www.bahn.de/konzern/uebersicht/bhf/die_bahn_station_und_service_index.shtml

Anno di realizzazione
Inizio dei lavori 1997, entrata in servizio anno 2000.
Modi di trasporto confluenti sul nodo
Treni regionali, ferrovia urbana (S-Bahn), metrò (U-Bahn), bus, taxi, auto private.
Ubicazione
La stazione di Potsdamer Platz, si trova nel centro della città di Berlino, sulla piazza da cui prende il nome e nel nuovo quartiere la cui progettazione, coordinata da Renzo Piano, ha avuto inizio nel 1992.

Località BERLIN
Progettisti BPA Hilmer e Sattler, Munchen/Berlin


Il progetto per questa nuova stazione è degli architetti Hilmer e Sattler, che nel 1991 hanno sviluppato il Master plan di PotsdamerPlatz, e vi collaborano gli architetti di Berlino Modersohn e Freiesleben.

La stazione si colloca in un tratto strategico del collegamento che va dal quartiere di Moabit a quello di Schöneberg; in questo tratto il collegamento avviene tramite un tunnel di 3.5 km che inizia a nord della stazione Lerther, prosegue verso sud sotto il parco Tiergarten e riemerge all'aperto giungendo alla stazione di Papestrasse.

La stazione è servita dalla ferrovia regionale che corre in direzione nord sud e dalle linee S1 e S2 di quella urbana (S-Bshn) oltre che dalla progettata linea del metrò (U-Bahn) U3 che rende raggiungibile Alexanderplatz e la Kurfürstedam, che fanno parte del grande progetto di riqualificazione dei nodi ferroviari intrapreso dalla Deutsche Bahn.

La nuova stazione, completamente interrata, si estende per una lunghezza complessiva di 260 m e una larghezza di 50 m su tre piani. Essa emerge all'esterno con soli due padiglioni vetrati a pianta quadrata posti l'uno di fronte all'altro e che forniscono l'accesso alla stazione attraverso l'utilizzo di scale mobili e fisse oltre che di ascensori.

Al livello inferiore si trovano due banchine centrali di circa 230 m per i treni a lunga percorrenza; il livello intermedio è destinato ai treni regionali. Al primo piano interrato vi è la hall e gli spazi di distribuzione dei percorsi dei passeggeri. In questo spazio di transito, sia sul capo nord, sia su quello sud sono sistemate, su un'area di 1500 m, numerose attività commerciali.

Nella scelta dei materiali e dei colori, gli architetti dichiarano di essersi orientati verso soluzioni che dessero all'utente la sensazione di trovarsi all'interno di un cristallo incastonato nella terra: ciò spiega il grande impiego del vetro e di materiali riflettenti abbinati a particolari tecniche di illuminazione per ottenere sia effetti cromatici che di luce diffusa.




torna alla fototeca di questa stazione
torna all'indice di questa fototeca torna all'Homepage