DATABASE

MONTPARNASSE
Parigi (1995)


SCHEDA Descrittiva
SCHEDA DESCRITTIVA

Paese FRANCIA
Denominazione GARE MONTPARNASSE
http://www.arep.fr

Anno di realizzazione
Inizio progetto 1985, fine dei lavori 1995.
Modi di trasporto confluenti sul nodo
Treno ad alta velocità (TGV), treni nazionali, treni regionali (RER), metrò, bus, taxi, auto private.
Ubicazione
La stazione di Montparnasse prende il nome dal quartiere in cui sorge, che si ritrova nella parte sud della città di Parigi. Da questa stazione partono i treni ad alta velocità che collegano la capitale con l'ovest e il sud-ovest della Francia.

Località PARIS
Progettistiarch. ing. Jean-Marie Duthilleul,
arch. ing. Etienne Tricaud,
arch. Michel Maillard con l' Agence d' étude des gares


La stazione di Montparnasse è stata costruita nel 1965. A distanza di vent'anni, con il progetto di costruzione della linea TGV Atlantique e a causa dell'aumento degli utenti si è resa necessaria una ristrutturazione anche per reperire nuovi spazi per i viaggiatori.

Da un punto di vista tecnico, la particolarità della stazione di Montparnasse è di offrire tre livelli di accesso: il metrò nel sottosuolo, la piazza urbana al piano terreno e il treno al primo livello. Si è, innanzitutto, reso necessario realizzare un collegamento diretto e confortevole tra i diversi livelli realizzato tramite un sistema di scale mobili e ascensori.

Per quanto riguarda l'accesso alla stazione è stata creata una seconda hall dedicata ai viaggiatori che accedono alla stazione in taxi o con la propria auto; la hall preesistente è stata risistemata e riservata alle persone che accedono alla stazione mediante l'uso di mezzi pubblici, metrò e bus.Per ottimizzare gli spazi esistenti è stata creata una zona di circolazione del traffico, che ha reso necessario innalzare la quota del pavimento della stazione esistente.

La zona di arrivo dei treni, che è composta da 13 banchine e 24 linee del ferro, è coperta con un solettone che sorregge 3 ettari di giardini e due edifici di 28 metri di altezza con 70.000 m cubi di uffici, la cui progettazione è stata oggetto di un concorso architettonico vinto dall'architetto Jean Willerval.

La hall è suddivisa in tre spazi, quelli laterali coperti da due volte di 40 m e la zona centrale da una volta più grande di 60 m. Essa costituisce l'elemento architettonico che maggiormente connota il complesso con la sua grande vetrata che si affaccia sulla piazza. La vetrata, oltre ad assicurare l'illuminazione tramite luce naturale, permette di rendere visibile il sistema di circolazione verticale; è sormontata da un arco di 70 m ed è fiancheggiata da due pilastri che ricordano la facciata di altre stazioni parigine come la Gare du Nord.

Nel progetto si è reso necessario pensare un vocabolario comune che riunisse tutti quegli elementi come il sistema informativo, la sicurezza, i sistemi di illuminazione, in modo da poterli riproporre nei progetti di ristrutturazione futuri.

La stazione di Montparnasse, primo progetto della Agence d'étude des gares, è un prototipo ed un manifesto: un prototipo perché inizia una metodologia di progetto, un modo di generare lo spazio, un modo trattare la struttura, la materia e la luce; un manifesto perché celebra il ritrovarsi del treno e della città.




torna alla fototeca di questa stazione
torna all'indice di questa fototeca torna all'Homepage